UVE

CABERNET SAUVIGNON

È un vitigno internazionale a bacca rossa di origine francese, dotato di tannini importanti, dà vini longevi e complessi. È utilizzato nel taglio bordolese assieme al Merlot.

CABERNET FRANC

Vitigno internazionale a bacca rossa di origine francese. In Italia è poco presente ma il Montello è stata la prima zona dove è arrivato ed ha anche trovato delle condizioni ideali. Dalle sue uve si producono vini dai profumi speziati con una tannici molto delicata.
Oggi è coltivata anche in altre parti del mondo, in particolare in Argentina.

MALBEC

Il colore intenso delle uve di Malbec si accompagna a ricchi sentori di frutta rossa con una delicata nota speziata, dando una struttura caratterizzante e distintiva. Uva originaria della Francia  dai diversi nomi identificativi a seconda della zona in cui è coltivata, Malbec è il nome con cui viene identificata nella zona di Bordeaux dove il Conte Loredan ha trovato l’ispirazione per importare questo vitigno nel territorio veneto.

MERLOT

È uno dei vitigni internazionali di origine francese più apprezzati e diffusi nel mondo ed è la base per i vini Taglio Bordolese.  L’area del Montello, con le sue terre rosse, è particolarmente vocata alla sua produzione. La sua essenza è il vigneto Spineda, già indicato nelle mappe Napoleoniche, da cui si produce l’omonimo cru.

GLERA

È il vitigno con cui viene prodotto l’Asolo Prosecco Superiore. Varietà autoctona semi aromatica, viene esaltata nei profumi con la spumantizzazione ottenuta con metodo Italiano, che prevede la rifermentazione naturale in autoclave. È caratterizzata da aromi di frutta a pasta bianca e fiori bianchi. Solo nel Nord Est d’Italia lo spumante prodotto da uva Glera prende il nome di Prosecco e solo nell’area di Asolo e di Conegliano Valdobbiadene si fregia della DOCG, Denominazione di Origine Controllata e Garantita.

CHARDONNAY

Lo Chardonnay è arrivate nelle nostre colline ai primi del 900 e dal 1979 lo utilizziamo per fare il nostro Metodo Classico.

INCROCIO MANZONI

Questo incrocio nasce negli anni ’30 nella storica Scuola Enologica di Conegliano, dove il prof. Manzoni ha realizzato un fortunato incrocio tra un Riesling ed un Pinot Bianco.